Insegnare online, una sfida per docenti-ricercatori

Questa mattina, a settembre, cinque insegnanti si sono collegati, uno attiva la sua webcam, gli altri in audio. Sullo schermo sono apparse due facce amichevoli: Aristide Doucet e Dorothée Thibaut, ingegneri pedagogici dell'Università di Reims responsabili degli usi digitali, hanno suggerito ai volontari di migliorare le loro pratiche, in particolare sulla piattaforma pedagogica Moodle. Durante la reclusione, è stato attraverso questa piattaforma che gli insegnanti hanno scambiato i loro corsi online, in caso di emergenza. È stato anche in Moodle che hanno valutato i loro studenti, in occasione dei più importanti esami intermedi.